Cristina Spadotto

Chi Sono

Mi chiamo Cristina Spadotto, in arte Sybell. Credo che l’arte sia trasformazione. Questo pensiero è il faro filosofico del mio percorso artistico. Credo che la musica e la scrittura siano dei mezzi straordinari per dare un senso altro al nostro bagaglio di esperienze, pensieri ed emozioni. Credo che l’arte sia una risorsa da condividere: con questo intento nutro ogni giorno la molteplicità di attività in cui sono coinvolta, che rispecchiano il mio animo poliedrico e curioso.

Insegnamento

L’insegnamento è un’attività cui tengo molto. Il mio mondo è la chitarra moderna, in particolare quella elettrica. La grande passione per questo stupendo strumento mi ha portata a studiare tanti generi diversi: pop, rock, metal, reggae, funky, folk, alternative, blues, fusion, jazz. Prediligo il rock, il pop, l’alternative e la sperimentazione in generale. Mi sono diplomata all’RGA di Donato Begotti e ho un ulteriore diploma internazionale RockSchool UK Grade 8, entrambi in chitarra elettrica. Adoro insegnare: è per me un’occasione bellissima di condivisione e crescita reciproca, con ogni singolo allievo.

Sybell

Anche l’attività artistica è di fondamentale importanza. Ho tre progetti musicali principali: Sybell, Invisible Wave, Uttern. Il filo rosso che li lega, ognuno sviluppandosi nel suo modo unico e peculiare, è il focus su tematiche legate alla spiritualità e alla crescita personale.

Con il mio progetto solista Sybell ho pubblicato tre EP (“Forbid”, “Discover Calypso” e “Il Canto Della Dea”) e due libri di poesie (“Il marinaio o altrimenti detto gioco al massacro” e “La pelle che navigo”). Sperimentazione è la parola chiave del mio percorso come Sybell, passando attraverso moltissime influenze tra cui il metal, la psichedelia, il folk, il pop, l’elettronica. Ogni nuovo lavoro musicale è un mondo di territori da esplorare. Le mie performance dal vivo, che mischiano musica, letture e speech, sviluppano di volta in volta nuclei tematici con un forte impatto emotivo. Attraverso la forza rituale della poesia e della musica, l’obiettivo è quello di “smuovere” il fruitore e condurlo in un percorso che affronta argomenti importanti, quali ad esempio il benessere psicologico, la ricerca di senso, il rapporto con l’ambiente e la natura.

Invisible Wave

Sono chitarrista nella band Invisible Wave, le cui sonorità raffinate gravitano tra pop, rock, ambient, indie ed elettronica. Il focus è la ricerca interiore, la spiritualità e, specularmente, l’attualità. Abbiamo pubblicato un EP nel 2019, “Stay Safe”. Uno dei tratti caratteristici di questo progetto è la linea di continuità tematica tra brani e libri pubblicati da Guido Tonizzo, fondatore e cantante della band, scrittore, mental coach e mio grande amico. Il risultato di questa interessante coesione di temi e intenti ha portato la band a esibirsi in iniziative culturali, festival di rilievo e location suggestive.

Uttern

Con le Uttern è uscito il primo EP “Gudinna” nel 2018. E’ una realtà particolarmente apprezzata dal pubblico per i suoi live coinvolgenti. Anche qui, come negli Invisible Wave, milito come chitarrista. Abbiamo suonato nei più grandi festival italiani di musica folk quali il Montelago Celtic Festival, Monterenzio Celtica, Bundan Celtic Festival, Triskell e molti altri. Le nostre composizioni nascono dalla genuina connessione con la natura e il paganesimo antico. Nei nostri concerti la musica, la sacralità e la danza diventano un tutt’uno, col fine di celebrare la vita nella sua pienezza.

Altre collaborazioni

A questi tre progetti si aggiungono le collaborazioni artistiche, in particolare quelle continuative con amici di grande talento. Tra il 2019 e il 2020 ho condotto, insieme a Guido Tonizzo, gli eventi udinesi sul senso della vita, in collaborazione con le librerie “Tarantola” e “Angolo della musica”, e con il giornale ilfriuli.it. Tra il 2018 e il 2021 ho partecipato agli album “Bones”, “Wars For Nothing” e ad altri singoli del cantautore e poeta Mario Iob, amico di lunga data. Nel 2018 ho fatto parte del collettivo di cantautrici WAV Women Against Violence, con il quale ho pubblicato la compilation “Unplugged Against Violence”. Dal 2020 collaboro con l’attrice e regista teatrale Federica Sansevero (Teatro del Silenzio) in veste di compositrice e performer. Collaboro inoltre stabilmente con l’associazione culturale Furclap e il musicista e autore Giovanni Floreani. Nel 2022 ho partecipato in veste di chitarrista e arrangiatrice all’album Improvvisazione & Meditazione di Strepitz Open Project.

Ecletticità:
le mie altre passioni

Grazie all’insegnamento e all’attività artistica, ho sviluppato negli anni una serie di competenze trasversali che mi hanno consentito di unire l’ambito musicale e artistico a quello digitale. Infatti, nel trasformare la mia grandissima passione per la musica in un lavoro è stato fondamentale, negli anni, sviluppare una serie di competenze tecniche e comunicative, dalla creazione di siti web al marketing digitale. Parallelamente, ho dato spazio al mio amore per la scrittura e le discipline umanistiche con una laurea in lettere e filosofia, interessandomi successivamente alla psicologia, alla crescita personale, alla spiritualità.

Creatività, espressione, esplorazione: mi ritengo un’anima in viaggio, in moto perenne, con una grande volontà d’imparare e condividere. Mi pongo domande continuamente e cerco di allenarmi a farne sempre di più, perché penso che la curiosità sia la chiave per evolversi. Nel camminare nella vita, faccio tentativi, a volte incespico, altre sbaglio strada. Altre ancora, raggiungo luoghi d’inaspettata bellezza. Vivere è un’arte misteriosa e incomprensibile. Trovo sia bello tentare di esplorarla sempre più a fondo… con tutto l’entusiasmo di cui posso nutrirmi.

Curriculum

Qui sotto potete leggere il mio curriculum musicale completo.

Laurea in Lettere e Filosofia

Con tesi in Filosofia della Musica
2009 - 2012

Diploma RockSchool UK

Grade 8 - Electric Guitar
2015

Diploma RGA Milano

CCR di Donato Begotti
2017 - 2019

Video

Sezione in corso di aggiornamento.

Torna su